top of page

Non tutti vogliono fare l'albero di Natale.

II periodo natalizio è una fase dell'anno che porta alla spinta del dover essere per forza gioiosi, felici, sorridenti e a voler celebrare la festa con i parenti o con le persone a noi care. In questo periodo spesso viene perciò trascurato il peso emotivo che molte persone, proprio a causa di tutte queste "spinte", sperimentano durante questo periodo. Come psicoterapeuta, ho la fortuna di ascoltare molte storie e negli ultimi anni ho notato un crescente senso di fatica associato all'obbligo sociale di essere felici a tutti i costi durante il Natale.

Voglio quindi condividere con te una riflessione su questo.



L'ASPETTATIVA

Il Natale porta con sé una grande aspettativa di felicità, connessione e gioia. Tuttavia, questa pressione sociale può diventare schiacciante per molti, creando un divario tra ciò che si spera di provare e ciò che si sperimenta realmente.

Nel mondo esterno che brilla di luce e i festeggiamenti è importante sapere che dietro alcuni sorrisi festivi ci possono essere sfide personali, perdite recenti, ricordi passati nostalgici o "semplicemente" la fatica di dover essere sempre allegri.

Nonostante possa sembrare una cosa negativa, in realtà, entrare in contatto con questo periodo e con la tristezza ad esso annessa permettendosela, stimola la possibilità di accettare le emozioni e i vissuti per quelli che sono.

La tristezza e la sofferenza, come ti ho spiegato in questo video, sono emozioni importanti e utili. Per cui, se ti senti poco felice non temere, potresti essere in un processo di elaborazione, non necessariamente in una fase depressiva.


PERCHE' SI FA FATICA A NATALE?

Al di là della tristezza del non avere la famiglia che si vorrebbe o dalla mancanza di non avere più qualcuno accanto che è stato importante ci possono essere anche altri due tipi di fatiche:

  1. Non autorizzarsi a sentirsi giù di morale o meglio, criticarsi per questo. "Dovrei essere felice come tutti" è il pensiero di base ma come si ci può imporre di essere felici quando non lo si sente?

  2. Sentire disprezzo per tutto ciò che è festa. Hai presente il Grinch? ecco, quel modo di porsi al Natala non aiuta a star bene e ad alleggerirsi, anzi, fomenta ancora di più stress e angoscia. "Non vedo l'ora che sia il 7 gennaio", "odio tutti", "ma cosa c'è da festeggiare?" ecc ecc... Sono pensieri che allontanano dallo spirito natalizio e, se non lo senti, ci sta anche che lo pensi tuttavia, essere più arrabbiato con te, gli altri e con la vita, non ti aiuterà a stare meglio.


COME PUOI ALLEGGERIRTI?

Innanzitutto accetta che il Natale non ti piace e rispetta i pareri diversi dal tuo, non è obbligatorio festeggiare, sii autentico con te stesso e con gli altri senza per questo essere sprezzante e giudicante con chi lo festeggia.

Questo alimenta relazioni genuine e sostiene il benessere emotivo. Va bene ciò che provi, non sei obbligato a provare altro.

Non è necessario decorare la casa perchè lo fanno tutti, non è necessario fare cenoni o pranzi perchè lo fanno tutti, autorizzati a dire "non mi va".

Sii onesto con te e con gli altri perché questo ti permette di sentirti comodo per favorire connessioni più genuine e sostenere il benessere emotivo.

Focalizzati su attività e momenti che hanno un significato personale per te. Ciò potrebbe includere tradizioni personali, hobby che ti appassionano o semplicemente trascorrere del tempo con le persone che ami. Creare momenti autentici può rendere il periodo natalizio più significativo e meno stressante.

Infine ti suggerisco di praticare l'autocompassione. Accetta e comprendi i tuoi sentimenti, anche se non corrispondono alle aspettative sociali. Sii gentile con te stesso, evita di auto-criticarti per non essere sempre allegro, e cerca di apprezzare la tua unicità e autenticità emotiva.


Invece di considerare il Natale come un obbligo ad essere felici, possiamo trasformarlo in un'opportunità per la gentilezza verso di sé e la comprensione del proprio sentire. Riconoscere la fatica emotiva durante le festività può aprire la strada a una celebrazione più autentica e inclusiva.

Se invece sei tra le persone a cui il Natale e il periodo natalizio piacciono, vivi a pieno ciò che senti rispettando la scelta di chi invece non sente la stessa cosa che provi tu.

La libertà di essere fa sentire in equilibrio.

Su questo tema se ti va, il 20 dicembre alle ore 13, sul mio profilo Instagram, con la collega Susanna Minasi faremo una live sulla fatica del Natale. Se hai delle domande o delle fatiche, ti aspettiamo.



Dott .ssa Anna Antinoro

53 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page